Provo a fare la casalinga

Ciao a tutti, oggi torno a parlare di ORGANIZZAZIONE.

Sono una mamma e una lavoratrice quindi provo a fare anche la casalinga nella versione migliore che riesco.

Oggi vi voglio raccontare come mi organizzo per le pulizie della casa.

Parto subito dicendo che io non sono una fissata maniaca dell’ordine però almeno al colpo d’occhio la casa deve risultare pulita e ordinata.

Come mi organizzo?

Ho stilato la mia amata lista dei mestieri che ci sono da fare all’interno di casa mia e dei miei spazi.

Ho diviso i mestieri in :

  • Giornalieri
  • Due volte alla settimana
  • Settimanali
  • Una volta alla settimana
  • Mensili
  • Ogni due mesi

Giornalieri: letti, piatti (che sia il lavaggio a mano o lavastoviglie), cucinare e spezzare tutta casa.

Due volte alla settimana: lavatrice, passare lo straccio in tutta casa, spolverare e pulizia bagno.

Settimanali: scale, balcone, cambio i teli del divano, frigo.

Una volta ogni due settimane: credenza cucina, piastrelle in generale, cambio lenzuola, forno e porte.

Mensili: libreria, cassetti, armadi, vetri e lampadari.

Ogni due mesi: scuroni finestre

Per tutto quello che devo fare mi prendo un ora di tempo ogni giorno. Un ora in cui non cedo alle distrazioni.

Questo è quello che faccio io, una tabella che ho messo in uso da qualche tempo e che mi porta dei risultati, voi come vi organizzate?

Se vi va, vi aspetto nei commenti perché sono molto curiosa se anche voi siete organizzate nei mestieri o fate le cose quando avete tempo o voglia.

Un bacio

Nuove abitudini

Ciao a tutti oggi vorrei raccontarvi tutte le mie nuove abitudini che mi fanno sentire meglio, più organizzata e tranquilla con me stessa.

Alcune sono delle cose molto semplici che però, mi hanno permesso di creare una routine fatta su misura per me e la mia famiglia.

La prima cosa che sto amando fare è fare la lista delle attività che ho da svolgere durante la giornata. Questa lista la scrivo sulla mia agenda (una semplice agenda giornaliera che ho comprato da Tiger per 4€) una volta svolta quella determinata attività la evidenzio e questo mi crea soddisfazione.

Nella mia giornata cerco sempre di ritagliare in ora da dedicare alle pulizie della casa (arriverà un articolo apposta su come mi organizzo con le pulizie). In quest’ora cerco di non distrarmi per fare quante più cose possibili.

Una mia grande passione e sempre stata la lettura, ma, avendo una bambina piccola il tempo da dedicare alla lettura si è notevole ridotto, siccome non ci voglio rinunciare ho trovato il momento giusto anche per questo e principalmente leggo nel pomeriggio quando lei fa il riposino.

Mi accorgo che il gusto in fatto di libri nell’ultimo periodo è cambiato, infatti sto preferendo sempre più libri sulla crescita personale.

Un’altra abitudine che per molti può sembrare banale, ma che io non ho mai avuto è quella di scegliere un giorno fisso alla settimana per andare a fare la spesa alimentare. Nel mio caso è il venerdì perché è il giorno in cui non lavoro. Facendo così posso organizzare una sorta di menù settimanale.

Ultima cosa su cui ho cambiato prospettiva sono le cene fuori casa. Ho deciso infatti, che andrò a cena fuori solo una volta a settimana anche per un fattore di risparmio.

Queste sono tutte le cose che ho cambiato nell’ultimo periodo, che ne pensate? Voi avete della routine che vi fanno stare bene?

Un bacio

Le 12 cose che non comprerò nel 2019

Ho deciso di attuare un percorso più ecosostebile e (per quanto) possibile minimalista, quindi ecco le cose che non comprerò nel 2019.

Le categorie in cui mi voglio impegnare sono:

  • Beauty
  • Cucina/casa
  • Detersivi
  • Cartoleria

Per quanto riguarda il beauty non comprerò: maschere piedi, scrub viso e corpo, dischetti struccanti e salviette struccanti.

Per la cucina/casa non comprerò ulteriori tovaglie e canovacci, non comprerò altri attrezzi per fare i dolci e soprammobili vari.

Un buon proposito (arriverà l’articolo sui buoni propositi del 2019) è quello di autoprodurre qualcosa e quindi per quanto riguarda i detersivi non comprerò più il detersivo pavimenti e l’ammorbidente.

In ultimo parliamo di cancelleria, siccome vorrei usare tutto quello che possiedo, ho deciso che non comprerò più i washi tape e le penne colorate.

Io che amo le liste ho deciso di farne una anti-acquisto, magari riesco anche a risparmiare qualche soldo (si, Eli credici..)

Un bacio