Pianificazione e studio: 5 consigli per analizzare il tuo tempo e renderlo più produttivo (di Mariagrazia Alaimo)

Quante volte ti capita di ripetere “non ho tempo”? Quante volte ti andrebbe di fare qualcosa ma non
riesci a ritagliarti un’ora per fare quella attività?

Ma realmente non abbiamo tempo o siamo noi a non vederlo, a non individuarlo?

In questo articolo ti propongo 5 consigli utili che ti aiuteranno ad analizzare il tuo tempo in modo da individuare i momenti che potresti ritagliarti per lo studio, la lettura o comunque per un’altra attività produttiva.

ANALIZZA

Prova ad effettuare un’analisi del tuo tempo. Come? Semplice: prendi una tua giornata tipo, escludi tutte le attività principali come ad esempio il lavoro (e altri impegni irrinunciabili). Bene, cosa ti rimane? Cerca di capire in che momenti della giornata ti rimane del tempo e come di solito occupi quel tempo. Utilizzi troppo i social? Solitamente ti dilunghi troppo a parlare al telefono con un’amica? Impieghi troppo a fare le pulizie? Analizza quindi e cerca di capire quali sono le abitudini che potresti ridurre, tagliare o completamente eliminare dalle tue giornate.

RIDUCI IL TUO TEMPO SUI SOCIAL

Banale dirlo, lo so ma è così. I nostri smartphone sono il bene e il male dell’umanità. Non riusciamo a gestirli nel modo giusto per trarne vantaggio e spesso ci lasciamo trasportare da essi perdendo completamente il controllo di noi stessi e del nostro tempo.

Di recente ho fatto una prova su me stessa cercando di tracciare il mio personale consumo dei social media scaricando un’app che appunto tiene traccia di ogni singola operazione che si compie sul nostro cellulare. Premetto che uso Instagram molto spesso per lavoro quindi ho evitato di fare quest’analisi un giorno lavorativo. Ho quindi controllato il mio consumo del social durante il mio giorno libero e ho scoperto che, quel determinato giorno, ho usato Instagram per ben un’ora. Un’ora naturalmente spezzata in vari momenti della giornata. Ed è proprio qui che cadiamo: non ce ne
accorgiamo poiché lo utilizziamo 5 minuti al mattino mentre facciamo colazione, 10 minuti
sull’autobus, altri dieci durante la pausa pranzo, ecc. Personalmente trovo che un’ora sia troppa da passare su un social per puro scopo di “passatempo”. In realtà quel tempo lo stiamo perdendo. Se avessi letto e non avessi usato Instagram in quei determinati minuti, sarei riuscita a dedicare un’ora alla lettura e probabilmente avrei potuto portare a termine un capitoletto del mio libro.

PONITI DEI GOAL E SCRIVILI

Dopo aver analizzato il tempo e “pulito” quello che ti rimane dalle varie attività importanti della tua giornata, ti consiglio di pensare realmente a come utilizzarlo in modo produttivo. Scrivi su carta quindi i tuoi obiettivi e mettili anche in bella vista, da qualche parte in giro per casa in modo che tu
possa sempre tenerli sotto controllo.

FAI UNA TABELLA DI MARCIA, SPEZZA I TUOI OBIETTIVI

Se il tuo goal è ad esempio la lettura di un libro o lo studio di una lingua, scrivi l’obiettivo e spezzetalo. Cosa intenso con “spezzetalo”? Dividilo in piccolo obiettivi giornalieri in modo che tu sappia cosa fare giornalmente per raggiungere il tuo goal. Potrebbe essere un mini obiettivo quantitativo (ad esempio la lettura di un tot numero di pagine o la lettura di tot numero di capitoli) oppure argomentativo (nel caso delle lingue potrebbe essere lo studio di un determinato capitolo di grammatica come ad esempio gli articoli o gli aggettivi ecc..)

DAI PRIORITÀ ALLE TUE ATTIVITÀ

Se nonostante questi consigli tu faccia ancora fatica a trovare il tempo per portare avanti le tue passioni, ti consiglio di dare priorità ad esse. Prova a considerare le attività che vorresti fare come un qualcosa che va fatto. Prova a considerare importante il tempo che vorresti dedicare a queste attività. Se ad esempio un amico ti tiene troppo al telefono e tu fremi dalla voglia di metterti a studiare o a leggere, con gentilezza, prova a tagliare la telefonata dicendo che hai qualcosa di importante da fare. Se ti piace guardare la TV ma ti piace anche studiare, chiediti qual’è la tua priorità: se la priorità continua ad essere il programma televisivo, continua pure a guardarlo ma se ti rendi conto che hai più voglia o più bisogno di fare altro, spegni la tv. La riaccendi dopo aver finito.

Se hai preparato una tabella di marcia, come ti ho spiegato nel punto precedente, sai cosa devi fare giornalmente per portare avanti i tuoi obiettivi. La tabella di marcia ti aiuta a non esitare, a non aver dubbi (guardo la tv o studio? Sto su Instagram o studio?) poiché sai che saltando un giorno, sarà difficile recuperare quel tempo.

Questi sono dunque i miei 5 consigli che ogni persona dovrebbe seguire per tenere traccia giornalmente del proprio tempo e per evitare di perdere ore e minuti preziosi in attività poco produttive.

Se ti è piaciuto il mio articolo, visita il mio blog dove troverai articoli che potrebbero interessarti: http://www.meceplanner.com/blog

Se invece sei uno studente o una studentessa, ti consiglio di scaricare la mia guida gratuita con la quale ti aiuto nella gestione del tuo tempo universitario e con l’organizzazione del materiale didattico. Trovi la guida al seguente link: http://www.mecaplanner.com

A presto 🙂